LA FIONDA DI DAVID

Il racconto biblico descrive i motivi della contesa, il luogo della battaglia, l’azione e le gesta dell’eroe David. Lo spazio si presenta arido e brullo, richiama il classico territorio mediorientale.

Una lotta di nervi dove domina l’astuzia di David, senza la quale sarebbe stata una lotta impari, contro il gigante Golia.

L'opera consta di un piano, a rappresentare il campo di battaglia e di un mucchietto di pietre, quattro più una in volo, materiale bellico per la fionda.

La scena di battaglia è priva d’uomini; sul campo solo le pietre consegnate a David dal re Saul, delle quali una sola utilizzata e rappresentata in movimento, nell’atto di raggiungere e colpire il gigante oppressore. La pietra scagliata da David lascia dietro di sé una scia colorata che movimenta l’aria prima di andare a segno.

Sono esclusi dalla scena i due personaggi biblici, mentre l’oggetto scagliato, la pietra, assurge a protagonista assoluto della vicenda. Col passar del tempo, la pietra è stata sostituita da armi sempre più ricercate, con un potenziale distruttivo inimmaginabile per lo stesso uomo che le ha concepite.  

La fionda di David

2013 - marmo con intarsio, veduta d'insieme

Quattro delle cinque pietre ricevute dal re Saul

Traiettoria della pietra
Particolare